lunedì 21 dicembre 2009

Merry Christmas

 

------------------------------------------------------------------------------

 Azienda Agricola Fratelli PISONI di Marco & Stefano

 società agricola semplice

 Via San Siro 7/b  fraz.PERGOLESE 

 38076 LASINO (TRENTO) ITALY

 Tel.:  +39 0461563216 Fax : +39 0461561528

 Cell. Marco+39 333 3065360 Stefano +39 339 2628358

 internet: www.pisoni.net  e-mail:info@pisoni.net

 ----------------------------------------------------------------------------------

 

domenica 20 dicembre 2009

Fw: INCONTRO DEL 05/01/2010

Buongiorno a tutti, finalmente ci troviamo ancora nonostante il freddo...glaciale!
La prossima riunione è prevista per il giorno 05 Gennaio alle h. 13,30 presso l'az. di Pisoni Stefano .
Temi:
- preparazione quarzo - preparato 501
- lettura e commenti
- varie ed eventuali
 
Augurandovi sin d'ora Liete e Serene Feste - Buon Anno 2010!
Vi aspettiamo numerosi..
Roberto Denart cell. 393 7209012
 

INCONTRO DEL 05/01/2010

Buongiorno a tutti, finalmente ci troviamo ancora nonostante il freddo...glaciale!
La prossima riunione è prevista per il giorno 05 Gennaio alle h. 13,30 presso l'az. di Pisoni Stefano .
Temi:
- preparazione quarzo - preparato 501
- lettura e commenti
- varie ed eventuali
 
Augurandovi sin d'ora Liete e Serene Feste - Buon Anno 2010!
Vi aspettiamo numerosi..
Roberto Denart cell. 393 7209012
 

domenica 18 ottobre 2009

Ecco qualche foto della riunione del 17 ottobre alle Lochere dall'amico Italo Somadossi




















martedì 13 ottobre 2009

RIUNIONE DEL 17/10/09

Buongiorno a tutti voi,
vi comunichiamo che il ns. prossimo incontro si terrà il giorno 17 cm presso l'az. agr. Sommadossi Italo loc. Lochere - Caldonazzo/TN a partire dalle ore 08,30!
Programma:
- preparati da allestire: cornoletame-camomilla-corteccia  di  quercia
- incontro con il ricercatore sig. Tratter Herbert : discussione su utilizzo omeopatia in agricoltura.
Visto gli argomenti molto importanti, contiamo sulla vs. numerosa partecipazione.
Per contattarci cell. 393-7209012 Roberto.
Cordiali saluti ed un caloroso arrivederci. Denart Roberto

martedì 1 settembre 2009

NUOVO INCONTRO

Buonagiornata, dopo un breve periodo di riposo per alcuni e di lavoro per altri eccoci ancora qua...
Riprendono i ns. incontri come al solito c/o l'azienfda del sig. Italo a Lochere di Caldonazzo.
il prox e primo della nuova stagione è per sabato 5 cm alle ore 14,00. con l'augurio di riprendre il ns. cammino sempre più numerosi invio calorosi saluti.
A presto. Denart Roberto

giovedì 23 luglio 2009

olii essenziali

Cari amici, agli interessati ricordo che questa sera a caldonazzo ci sarà
una serata dedicata agli olii essenziali.
Indirizzo: piazza Municipio sala Marchesini
Ciao a tutti Stefano

----------------------------------------------------------------------------
--
Azienda Agricola Fratelli PISONI di Marco & Stefano
società agricola semplice
Via San Siro 7/b fraz.PERGOLESE
38076 LASINO (TRENTO) ITALY
Tel.: +39 0461563216 Fax : +39 0461561528
Cell. Marco+39 333 3065360 Stefano +39 339 2628358
internet: www.pisoni.net e-mail:info@pisoni.net

----------------------------------------------------------------------------
------

martedì 30 giugno 2009

I: Convegno Vitivinicoltura Biodinamica Moderna 11lug2009

 

 

------------------------------------------------------------------------------
 Azienda Agricola Fratelli PISONI di Marco & Stefano
 società agricola semplice
 Via San Siro 7/b  fraz.PERGOLESE 
 38076 LASINO (TRENTO) ITALY
 Tel.:  +39 0461563216 Fax : +39 0461561528
 Cell. Marco+39 333 3065360 Stefano +39 339 2628358
 internet: www.pisoni.net  e-mail:info@pisoni.net
 ----------------------------------------------------------------------------------


Da: D.Trainotti@cantineferrari.it [mailto:D.Trainotti@cantineferrari.it]
Inviato: lunedì 29 giugno 2009 8.06
A: info@pisoni.net
Oggetto: In: Convegno Vitivinicoltura Biodinamica Moderna 11lug2009

 


Ciao Stefano , ti inoltro  questo invito al convegno .
se ritieni di estendere l' invito ad altre persone interessate fallo pure .
 
enol. Diego Trainotti
Ufficio tecnico viticolo

Ferrari F.lli Lunelli S.p.A.
Via del Ponte di Ravina 15
38040 Trento, Italy
Tel.   +39 (0461) 972311
Cell.  +39 335 6530902
Fax  +39 (0461) 972571
www.cantineferrari.it

Please consider the environment before printing this e-mail. Thank you.

This e-mail and any attachments is confidential and may contain privileged information intended for the addressee(s) only.
Dissemination, copying, printing or use by anybody else is unauthorised. If you are not the intended recipient, please delete this message and any
attachments and advise the sender by return e-mail, Thanks.

Questo messaggio e i suoi allegati sono indirizzati esclusivamente alle persone indicate. La diffusione, copia o qualsiasi altra azione derivante dalla conoscenza di queste informazioni sono rigorosamente vietate. Qualora abbiate ricevuto questo documento per errore siete cortesemente pregati di darne immediata comunicazione al mittente e di provvedere alla sua distruzione, Grazie.

----- Inoltrato da Diego Trainotti/CantineFerrari il 29/06/2009 08.03 -----

info@viticolturabiodinamica.it@
Inviato da: info@viticolturabiodinamica.it

22/06/2009 10.57

Per

(Recipient List Suppressed)

CC

 

Oggetto

Convegno Vitivinicoltura Biodinamica Moderna 11lug2009

 

 

 





Inviamo il programma del Primo Convegno di Vitivinicoltura
Biodinamica Moderna che si terrà alla Villa Medicea di
Cerreto Guidi (FI) il prossimo 11 Luglio 2009.

Per maggiori informazioni: info@viticolturabiodinamica.it

Cordiali saluti
VITICOLTURABIODINAMICA.IT

lunedì 22 giugno 2009

INCONTRO DEL 27/06/09

Buona serata,
vi informo che ci incontriamo prox sabato 27 cm c/o az. Sommadossi h. 14,30 per preparazione ortica e fladen.
 
al piacere di incontarci, un cordiale saluto.
Roberto Denart

martedì 16 giugno 2009

Peronospora e Fosfiti

Ciao Amici BioDinAmici, in merito alla riflessione sull'utilizzo o meno di Fosfiti in agricoltura biodinamica ho trovato questa tesi che mi pare analizzare il problema in modo sintetico. Eccovi il link http://www.safecrop.org/download/thesis/unterfrauner_martin_2006.pdf
A presto

Marco Zani

lunedì 1 giugno 2009

INCONTRO DEL 06/06/09

Buongiorno!
comunico data prox incontro presso az. Sommadossi Italo il 6 c.m. h. 17 ca. :
- sotterramento preparati diversi.
- varie
 
al piacere di incontrarci nuovamente, cordiali saluti a tutti.
 
Roberto Denart

sabato 30 maggio 2009

PREMIO PINOT NERO PISONI

Cari Amici,

Dear Friends,

 

Siamo lieti di condividere con tutti voi quest’ambito successo.

We are happy to celebrate with you our new success.

 

Marco & Stefano

 

 

 

I vincitori del Concorso Nazionale del Pinot Nero d’Italia 2009, Egna (BZ)

 

The winner of the national competition of Pinot Nero of Italy 2009, Egna (BZ)

 

L’ottava edizione del Concorso nazionale del Pinot Nero d’Italia si è conclusa ufficialmente giovedì 21 Maggio 2009 con la proclamazione dei vincitori alla presenza di stampa e autorità quali il Presidente della Provincia di Bolzano Luis Durnwalder, il vicesindaco di Egna e il Sindaco di Montagna e naturalmente gli esponenti del Comitato Organizzatore.

 

La prima posizione della classifica è stata conquistata dall’Azienda Agricola Pisoni di Pergolese di Lasino (TN) con il suo Pinot Nero Vigneti delle Dolomiti Igt. E’ stato Stefano Pisoni a ritirare il Premio, uomo di vigna che rappresenta la quarta generazione di una famiglia di agricoltori dedita al vino dal lontano 1852. Ma è solo dal 2005 che l’azienda si converte alla biodinamica e concentra su humus e fotosintesi clorofilliana i fondamentali del proprio lavoro in vigna. E i risultati sembrano dar ragione.

 

 

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

 Azienda Agricola Fratelli PISONI di Marco & Stefano società agricola semplice

 Via San Siro 7/b  fraz.PERGOLESE   38076 LASINO (TRENTO) ITALY

 Tel.:  +39 0461563216 Fax : +39 0461561528

 Cell. Marco+39 333 3065360 Stefano +39 339 2628358

 internet: www.pisoni.net  e-mail:info@pisoni.net

 ----------------------------------------------------------------------------

 

 

 

 

 

 

 

giovedì 7 maggio 2009

I: fatela girare

 

 

------------------------------------------------------------------------------
 Azienda Agricola Fratelli PISONI di Marco & Stefano
 società agricola semplice
 Via San Siro 7/b  fraz.PERGOLESE 
 38076 LASINO (TRENTO) ITALY
 Tel.:  +39 0461563216 Fax : +39 0461561528
 Cell. Marco+39 333 3065360 Stefano +39 339 2628358
 internet: www.pisoni.net  e-mail:info@pisoni.net
 ----------------------------------------------------------------------------------


Da: luciano parisi [mailto:pariluci@hotmail.com]
Inviato: mercoledì 6 maggio 2009 9.41
A: Stefano Pisoni
Oggetto: fatela girare

 

Comunicato stampa:

Attenzione ai dissecanti erbicidi. Pericolo per la salute degli agricoltori e dei consumatori.

 

 

 

Perchè l'uso dei disseccanti erbicidi e pesticidi chimici è inutile, controproducente e pericoloso per la salute degli gricoltori e dei consumatori a cura del Prof. Giuseppe Altieri docente di Fitopatologia, Agroecologia ed Entomologia

 

1. in primavera precoce non c'è alcuna competizione idrica per le coltivazioni arboree per le piogge invernali e la stagione piovosa.

 

2. Inoltre l'innerbimento  delle coltivazioni arboree consente il miglior passaggio delle macchine agricole in quanto, proprio a causa delle piogge primaverili, è necessario intervenire con trattamenti fitosanitari, i quali sono molto difficoltosi sul terreno nudo che verrebbe a compattarsi per il passaggio dei trattori.

 

3. La presenza di vegetazione, protegge il terreno dall'erosione e, successivamente, una volta falciata o interrata, apporta sostanza organica e microelementi necessari alle produzioni agricole e all'incremento dell'Humus nei terreni, che migliora la fertilità, la biodiversità e la lavorabilità, proteggendo dall'erosione.

 

4. la vegetazione erbacea primaverile è la più attiva nella fissazione del carbonio atmosferico e disseccarla è un vero crimine ambientale, in quanto significa incrementare notevolmente l'effetto serra, in contrasto con gli obiettivi agroambientali comunitari e del protocollo di Kyoto. L'impiego dei disseccanti ed erbicidi in genere è fortemente responsabile dell'effetto serra, anche per l'energia petrolifera necessaria alla sintesi dei prodotti chimici. L'unione europea e le Regioni dovrebbero erogare pagamenti agroambientali anche in base all'incremento ottenuto dell'humus dei terreni, dal omento che gli agricoltori contribuiscono notevolmente al protocollo di Kyoto ed è necessario compensarli per i crediti di carbonio ottenuto, con la fissazione nell'humus del terreno.

 

5. L'impiego di disseccati sui terreni lavorati prima dell'inverno e in presemina delle colture erbacee primaverili, aumenta notevolmente l'erosione, soprattutto in collina, mentre la vegetazione, come si è sempre fatto tradizionalmente, può essere interrata prima della semina attraverso estirpatura ed erpicatura. L'impiego dei disseccanti è economicamente costoso e non sostituisce l'erpicatura che deve in ogni caso essere effettuata. Inoltre i terreni vengono compattati per il passaggio dei trattori e delle attrezzature irroratrici, che avviene spesso sul suolo troppo umido.

 

6. I disseccanti ed erbicidi in generale alterano la microflora del terreno, predisponendo le coltivazioni alla minore resistenza alle avversità, in particolare alcuni patogeni fungini (fusariosi), responsabili della produzione di micotossine pericolose per la salute. Inoltre, eliminando la vegetazione sotto le colture arboree si distrugge la biodiversità e le popolazioni di Insetti ed acari utili al contenimento di molte avversità.

 

7. I disseccanti ed erbicidi in generale sono pericolosi per la salute, in primis degli agricoltori, si accumulano nell'ambiente ed inquinano le falde acquifere, e i prodotti agroalimentari, con notevole danno alla salute generale umana ed animale e per l'economia delle Regioni, che oggi spendono la maggior parte dei bilanci per le spese per cure ed ospedaliere (che ormai superano anche l'80% dei bilanci regionali).

Nei vini persistono inoltre residui di pesticidi chimici di sintesi

 

8. Le erbe infestanti diventano resistenti ai disseccanti ed erbicidi in generale ed In estate, quando maggiore è lo stress idrico, dal momento che il terreno è nudo e non coperto da pacciamatura, nascono erbacce di sostituzione e infestanti estive a foglia larga, molto più competitive nei confronti delle coltivazioni arboree, con necessità di ulteriori interventi meccanici sulle stesse.

 

9. la gestione ottimale delle infestanti nelle coltivazioni arboree prevede lo sfalcio tardivo primaverile, alla fioritura delle stesse, quando la massa vegetale è notevole e consente di realizzare una meravigliosa pacciamatura del terreno, che mantiene per tutta l'estate la freschezza dello stesso e la sua copertura, prevenendo la nascita delle infestanti estive arido-resistenti e competitive durante la siccità.

 

8. Nei criteri di ecocondizionalità della PAC dovrebbe essere previsto il divieto di pratiche come l'impiego di disseccanti, inutili, controproducenti e dannosi per l'ambiente e al salute umana ed animale. 

 

9. Nei disciplinari di Agricoltura integrata per i pagamenti agroambientali è addirittura previsto l'uso dei disseccanti, in contrasto con gli obiettivi delle misure agroambientali. Pertanto diversi agricoltori hanno inoltrato ricorsi contro le regioni ai tribunali amministrativi.

 

10. L'agricoltura Biologica (in particolare nel caso della viticultura ed olivicultura) è un'alternativa più efficiente rispetto all'impiego di pesticidi e dev'essere sostenuta da pagamenti agroambientali europei dei PSR 2007 - 2013, atti a compensare tutti i mancati redditi e  i maggiori costi, più un 20% di transazione aggiuntivo. Lo Studio Agernova garantisce le produzioni biologiche e il sostegno all'ottenimento dei pagamenti agroambientali

 

Trattamenti Antiparassitari

 

Si sconsiglia in maniera più assoluta l'impiego in prevenzione di prodotti sistemici, citotropici e di copertura di sintesi (benalaxil, metalaxil, dimetomorf, Mancozeb, Cimoxnil, ecc.) in quanto, oltre ad essere molto costosi, sono assolutamente controindicati per i seguenti motivi:


- I sistemici e citotropici inducono facilmente la resistenza della Peronospora.


- I sistemici e citotropici sono prodotti ad azione "curativa", ma sono inutili se non ci sono state infezioni in atto di Peronospora.


- dopo qualche giorno dal trattamento (4-5 giorni), dal momento che la vegetazione cresce notevolmente nel periodo primaverile, i principi attivi chimici di sintesi citotropico-sistemici si diluiscono e degradano, lasciando la vegetazione completamente scoperta, con notevoli rischi in caso di piogge infettanti, per la presenza dei giovani grappolini sensibilissimi alla peronospora. 

 

- Aumentare le dosi dei prodotti sistemici non serve a nulla (se non a spendere di più...), perché i principi attivi sono in ogni caso disattivati dopo pochi giorni, anzi, così facendo si selezionano maggiormente i ceppi resistenti della peronospora.
Si ricordano i danni fino al 100% subiti nel 2003-2004 dai viticoltori in Umbria (es. presso la Cantina sociale di Marsciano) e nel 2002 ad Orvieto e dintorni.

 

- la loro azione "curativa" si esplica entro 24 - 48 ore dall'infezione primaria o secondaria, laddove è spesso difficile entrare nei vigneti per i terreni bagnati, soprattutto i quelli non inerbiti.


- è molto meglio intervenire in prevenzione con i terreni asciutti prima delle piogge, usando i prodotti rameici innovativi (Penta CU e Glutex) ad alta persistenza e basso dosaggio, che proteggono la vegetazione sino alle piogge successive con resistenza al dilavamento grazie ai coformulanti innovativi speciali (BED).

 
- I moderni formulati rameico-aminoacidici (Penta CU e Glutex) hanno attività citotropico -sistemica locale curativa, ed azione retroattiva curativa, che associano a quella preventiva, garantendo il pieno successo nel controllo della Peronospora, con l'ausilio di un semplice pluviometro aziendale e di un termometro a massima e minima.


- I ditiocarbammati (Mancozeb, Ziram, Thiram) sono prodotti di sola copertura che si degradano rapidamente, sono cancerogeni (dati dello IARC, istituto europeo di ricerca sul cancro di Lione), uccidono gli organismi utili predisponendo le viti agli attacchi dei acari, indeboliscono le piante stimolando la respirazione ed ostacolando la fotosintesi (ricerche del Prof. D'Armini Direttore Osservatorio Fitopatologico di Perugia) ed inteneriscono i tessuti anche per la presenza di azoto, rendendoli più sensibili all'Oidio e alla Botrite (fonte Prof. D'Armini).


- I prodotti chimici di sintesi e i loro metaboliti, persistono nell'uva e nel mosto creando difficoltà di fermentazione oltre ad effetti negativi sull'aroma dei vini, in particolare in quelli  caratterizzati da notevole tipicità locale. 


- la difesa a calendario sulla vite si attuava negli anni '60. Oggi con l'ausilio di un semplice termometro a massima e minima e di un pluviometro da campo (costo totale 30 €) si è in grado di effettuare una difesa con garanzia assoluta delle produzione, attraverso impiego di prodotti rameici e zolfi, risparmiando almeno il 50% sui costi di difesa della vite, con possibilità di accedere ai contributi agroambientali per l'agricoltura biologica (900 €/ha di massimale UE per le colture arboree, 600 €/ha per le coltivazioni erbacee). 


- La difesa contro la Peronospora va sempre attuata in via preventiva, così come quella contro l'Oidio e la Botrite. In quanto una volta manifestatasi la malattia, il danno è avvenuto in gran parte e la difesa diventa molto più costosa, soprattutto se si impiegano prodotti chimici di sintesi.

 

- L'uso del Rame e dello Zolfo protegge indirettamente dalla Botrite garantendo la maggiore resistenza dell'Uva, soprattutto se si associano trattamenti biologici specifici antibotritici (Zolfobenton, microrganismi antagonisti, ecc), più efficienti  ed economici di quelli chimici e senza contro indicazioni sulle fermentazioni del mosto.


- Il mercato dei vini Biologici è in crescita esponenziale, mentre quello convenzionale è in crisi profonda, segno che i consumatori sono sensibili al buon bicchiere che non provoca conseguenze. I residui di sostanze chimiche nell'uva e nel vino, sono segnalati da molte associazioni di consumatori (vedansi pubblicazione recente della rivista altroconsumo: "coctail di pesticidi") e creano problemi seri nell'esportazione. 


- L'uso di Prodotti sistemici antioidici è un controsenso essendo l'oidio un parassita che vive all'esterno della pianta, controllato in maniera efficacissima ed economica attraverso lo zolfo in polvere, che si diffonde uniformemente nel vigneto.
------------------
LO STUDIO AGERNOVA GARANTISCE IN MANIERA ASSOLUTA LA PRODUZIONE VITICOLA ATTRAVERSO LA DIFESA BIOLOGICA PREVENTIVA COLLAUDATA DA UN VENTICINQUE ANNI DI ATTIVITA' DEL PROF. GIUSEPPE ALTIERI, ENTOMOLOGO, FITOPATOLOGO ED AGROECOLOGO  

Per quanto detto, si diffidano commercianti di antiparassitari ed enologi, che inducono i viticoltori a trattamenti inutili, costosi e controproducenti, che mettono a rischio le produzioni viticole e la salute degli agricoltori e dei consumatori.

---------------------------------------------------------------------
Per altre informazioni e reperimento dei prodotti per la difesa contattare lo Studio Agernova, 

Servizi Avanzati per l'Agroecologia e la Ricerca
Tel 075/8947433Dr. Giuseppe Altieri: 347/4259872; Dr.ssa Gasparetti: 348/8077101

 

 

cordiali saluti

Prof. Giuseppe Altieri

Agroecologo

 

Studio AGERNOVA - Servizi Avanzati per l'Agroecologia e la Ricerca

Loc. Viepri Centro 15, 06056 Massa Martana (PG)

tel 075-8947433, Cell 347-4259872

P. IVA 02322010543

Emailagernova@libero.it

http://www.agernova.it

 

 

 


Chiamate gratis da PC a PC? Provale da Messenger!

martedì 5 maggio 2009

I: invito a seminario

----------------------------------------------------------------------------
--
Azienda Agricola Fratelli PISONI di Marco & Stefano
società agricola semplice
Via San Siro 7/b fraz.PERGOLESE
38076 LASINO (TRENTO) ITALY
Tel.: +39 0461563216 Fax : +39 0461561528
Cell. Marco+39 333 3065360 Stefano +39 339 2628358
internet: www.pisoni.net e-mail:info@pisoni.net

----------------------------------------------------------------------------
------

-----Messaggio originale-----
Da: enzo.mescalchin@iasma.it [mailto:enzo.mescalchin@iasma.it]
Inviato: lunedì 4 maggio 2009 16.18
A: info@borgodeiposseri.com; serviziotecnicoviticolo@la-vis.com; INC@iol.it;
aprobio@tin.it; aprobio@tin.it;
Ass_Vignaioli_ass.vign.deltrentino@libero.it;
Cantine@madonnadellevittorie.it; bruno.bagnoli@isza.it; baztel@libero.it;
pbelvini@libero.it; info@beratungsring.org; annab@cipaatveneto.it;
piero.bianco@unimi.it; federico.bigaran@provincia.tn.it;
giovannibigot@virgilio.it; tremariebio@tiscali.it; m.berti@cia.it;
p.schiatti@alice.it; ricerca.bioagricoltura@aiab.it;
luigi@evoluzioneambiente.it; piero.braccini@arsia.toscana.it;
brunelli@agrsci.unibo.it; serviziotecnicoviticolo@la-vis.com;
roberto.menegoni@sav.it; cs.rovere@tin.it; info@cantinaisera.it;
info@viticoltoriinavio.it; info@agririva.it; csmori@pop.ftcoop.it;
toblino@tin.it; info@cantinarotaliana.it; cantina.cembra@libero.it;
info@cantina-aldeno.it; info@cantinanomi.it; fcarletti@arnaldocaprai.it;
carraro.sergio@provincia.vicenza.it; a.cattoni@ferrarispumante.it;
info@molinodeilessi.com; athos_alesiano@regione.lombardia.it;
E1l9n8a6@yahoo.it; lantoniacci@regione.emilia-romagna.it;
diego_bellotto@libero.it; cesarebosio@libero.it;
flavio.cattaneo@lealidelgabbiano.it; info@fitosanitariopiacenza.it;
criuy@hotmail.com; paolo_culatti@regione.lombardia.it;
massimo.dalmas@libero.it; dallatorresilvio@libero.it;
dellavalle@vignaioli.it; info@fitosanitario.pr.it;
adinatale@omp-acireale.org; agronomisata@libero.it; agronomisata@libero.it;
demer@virgilio.it; luigi_forlin@libero.it; egon.giovannini@libero.it;
aiodice@cbc-europe.it; markus.kelderer@provinz.bz.it; laiolo@vignaioli.it;
glukketa@yahoo.it; stefano.mantoan@itn.it; mmelandri@terremerse.it;
a.menolli@virgilio.it; c.micheloni@aiab.it; montermini@fitosanitario.re.it;
ivo.nardi@perlagewinners.com; fabio.paci@agribiotech.com;
hansyoergpalla@rdmail.net; pierluigi.perissinotto@regione.veneto.it;
giuliano_pizzi@regione.lombardia.it; gabriele.posenato@agrea.it;
scannavini@catev.it; paulspon@gmx.net; lorena_tasso@libero.it;
samueletelch@yahoo.it; claudio.tonina@tin.it;
manuela.unich@beratungsring.org; gianpiero.valbuzzi@tiscali.it;
gianluca.vandini@cerexagri.com; pzendri@inwind.it;
alberto.villani@csa.fvg.it; vinzi.luca@csa.fvg.it;
giuseppe.visintainer@provincia.tn.it; giacomo.widmann@alice.it;
michael.wasslez@libero.it; diego.biasiotto@iasma.it; mirko.ceccato@iasma.it;
silvia.ceschini@iasma.it; marco.delaiti@iasma.it; alessandro.dini@iasma.it;
marco_fanti@iasma.iasma.it; tiziana.gramazio@iasma.it;
alberto.grassi@iasma.it; claudio.ioriatti@iasma.it;
lorenza.michelon@alice.it; michele.morten@iasma.it;
chiara.pellegrini@iasma.it; michele.pontalti@iasma.it;
daniele.prodorutti@iasma.it; claudio.rizzi@iasma.it; luca.russo@iasma.it;
nicola.tavonatti@iasma.it; antonella.vecchione@iasma.it;
luca.zulini@iasma.it; v.crivello@certbios.it; vivairic@tin.it;
md@biolinda.it; e.dalzocchio@tin.it; e.dalzocchio@tin.it;
gianni.debiasi@cr-bvallagarina.net; info@vignaioli.it;
m.faccincani@franciacorta.net; fasoligino@fasoligino.com;
valeria.fasoli@ruffino.it; A.Faustini@Cavit.it; fidora@libero.it;
francescato.aiel@cia.it; phytomagazine.com@IASMA.iasma.it;
giovanna.gilardi@unito.it; giacomo.groppetti@poste.it;
francesco.iacono@fratellimuratori.com; sot.trentino@icea.info;
info@labiolca.it; info@vineorganic.com; lovisaa@vitisrauscedo.com;
enrico.marchesini@agrea.it; info@agribionotizie.it; f.marinconz@cavit.it;
r.martellucci@arsia.toscana.it; roberto.menegoni@sav.it;
vignagranda@alice.it; c.viticolturavalleversa@tin.it; giacomonard@yahoo.it;
Natali@bluewin.ch; w.nicoletti@rttr.it; Osler@pldef.uniud.it;
c.palese@informatoreagrario.it; info@ginopedrotti.it;
pellizzariale@yahoo.it; info@pisoni.net; verdevita@tele2.it;
Rossana.Pontiroli@ersaf.lombardia.it; info@aveprobi.org;
johannranzi@aloislageder.eu; monica.rosseti@animavitis.com;
sperimentazione@prober.it; preparatoriuva@preparatoriuva.it;
florian_sinn@rolmail.net; jutta.staffler@bioland-suedtirol.it;
maurizio.bottura@iasma.it; roberta.cainelli@iasma.it;
francesco.fellin@iasma.it; alberto.gelmetti@iasma.it;
marino.gobber@iasma.it; luciano.groff@iasma.it; roberto.lucin@iasma.it;
michele.margoni@iasma.it; flavio.mattedi@iasma.it;
franco.michelotti@iasma.it; francesco.penner@iasma.it;
francesco.ribolli@iasma.it; antonio.patton@iasma.it; guerra@iasma.it;
frioli@iasma.it; dimarino@iasma.it; fazio@iasma.it; secchi@iasma.it;
bruno.matte@iasma.it; baztel@libero.it; isabella.tomasi@itab.asso.fr;
tonni@entevinibresciani.it; claudio.tonon@cr-surfing.net;
torresin.giancarlo@provincia.vicenza.it; d.trainotti@ferrarispumante.it;
luigi.brugnara@iasma.it; danilo.caset@iasma.it; nicola.dallabetta@iasma.it;
alberto.dorigoni@iasma.it; mauro.filippi@iasma.it; flavia.forno@iasma.it;
andrea.guerra@iasma.it; cristian.iob@iasma.it; romano.maines@iasma.it;
pietro.malfatti@iasma.it; umberto.malossini@iasma.it;
luisa.mattedi@iasma.it; franco.micheli@iasma.it; renzo.moscon@iasma.it;
tommaso.pantezzi@iasma.it; duilio.porro@iasma.it;
jonathan.pasqualini@iasma.it; pierluigi.bianchedi@iasma.it;
mauro.ferrazza@iasma.it; paolo.lezzer@iasma.it; stefano.pedo@iasma.it;
erika.dimarino@iasma.it; leonardo.valenti@fastwebnet.it;
maurovarner@mezzacorona.it; studiosata2@libero.it;
leonardo.valenti@libero.it; marco.zani@castelnoarna.com
Oggetto: invito a seminario

Allego avviso di seminario previsto il 13 maggio sulle cv di vite
resistenti a oidio e peronospora selezionate presso l'Istituto di Friburgo
in Germania.
Tutti gli interessati sono invitati a partecipare.
Saluti
Enzo Mescalchin

--------------------------------------------------------------------
Enzo Mescalchin
Unità Sperimentazione Agraria e Agricoltura Sostenibile
Centro Trasferimento Tecnologico
FEM - IASMA
tel +39-0461-615461
fax +39-0461-615490
--------------------------------------------------------------------
(See attached file: Varietà Resistenti.pdf)

martedì 21 aprile 2009

calendario incontri

Ciao a tutti,
invio di seguito date prox incontri:
- 09/05/09 h. 15 c/o az. Sommadossi -- Lochere di Caldonazzo
- 16/05/09 mattinata disotterramento preparati da cumolo sempre c/o az. Sommadossi.
Arrivederci a presto.
Roberto Denart
 

sabato 14 marzo 2009

I: I: AVREMO TANTA SETE!!!

Oggetto: Fwd:I: AVREMO TANTA SETE!!!


Ogg: AVREMO TANTA SETE!!!
Inizio messaggio inoltrato:


ACQUA IN BOCCA: VI ABBIAMO VENDUTO L'ACQUA di Rosaria Ruffini

Mentre nel paese imperversano discussioni sull' eutanasia, grembiulino a
scuola, guinzaglio al cane e sul flagello dei graffiti, il governo
Berlusconi senza dire niente a nessuno ha dato il via alla
privatizzazione dell'acqua pubblica. Il Parlamento ha votato l'articolo
23bis del decreto legge 112 del ministro Tremonti, che afferma che la
gestione dei servizi idrici deve essere sottomessa alle regole
dell'economia capitalistica.
Così il governo Berlusconi ha sancito che in Italia l'acqua non sarà più
un bene pubblico ma una merce, e quindi sarà gestita da multinazionali
(le stesse che possiedono l'acqua minerale).

Già a Latina la Veolia (multinazionale che gestisce l'acqua locale) ha
deciso di aumentare le bollette del 300%. Ai consumatori che protestano,
Veolia manda le sue squadre di vigilantes armati e carabinieri per
staccare i contatori.

La privatizzazione dell'acqua che sta avvenendo a livello mondiale
provocherà, nei prossimi anni, milioni di morti per sete nei paesi più
poveri.

L'uomo è fatto per il 65% di acqua, ed è questo che il governo italiano
sta mettendo in vendita. L'acqua che sgorga dalla terra non è una merce,
è un diritto fondamentale umano e nessuno può appropriarsene per trarne
illecito profitto. L'acqua è l'oro bianco per cui si combatteranno le
prossime guerre.... Guerre che saranno dirette dalle multinazionali alle
quali oggi il governo, preoccupato per i grembiulini, sta vendendo il
65% del nostro corpo.

Acqua in bocca.


FATE GIRARE : METTETENE A CONOSCENZA PIU' GENTE CHE POTETE


_____

_____

Sto utilizzando la versione gratuita di SPAMfighter
<http://www.spamfighter.com/lit> !
Siamo una comunità di 6 milioni di utenti che combattono lo spam.
133 messaggi contenenti spam sono stati bloccati con successo.
La versione Professionale non ha questo messaggio.

_____

Organizza, modifica e condividi le tue foto. Scarica
<http://clk.atdmt.com/GBL/go/136430508/direct/01/> Raccolta foto!

domenica 8 marzo 2009

Sehr geehrte Damen und Herren,


die Sektion Weinbau des Land- und Forstwirtschaftlichen Versuchszentrums
Laimburg lädt Euch zu folgendem Fachtreffen ein:

Thema: "La gestione del terreno in viticoltura biodinamica"

Referent: Michele Lorenzetti (Enologo - Biologo)

Wann: Dienstag, den 10. März 2009 von 10.00 bis 13.00 Uhr

Wo: Aula Magna des Versuchszentrums Laimburg

Das Referat wird in italienischer Sprache abgehalten!


Für eine rege Teilnahme verbleibe ich
mit freundlichen Grüßen
Günther Pertoll
----------------------------------------------------------------------------
--
Azienda Agricola Fratelli PISONI di Marco & Stefano
società agricola semplice
Via San Siro 7/b fraz.PERGOLESE
38076 LASINO (TRENTO) ITALY
Tel.: +39 0461563216 Fax : +39 0461561528
Cell. Marco+39 333 3065360 Stefano +39 339 2628358
internet: www.pisoni.net e-mail:info@pisoni.net

----------------------------------------------------------------------------
------

venerdì 6 marzo 2009

Circolare Versione Finale.doc

 

 

Nell’ambito della riorganizzazione che ha interessato la Fondazione E. Mach – Istituto Agrario di S. Michele, una novità importante è costituita dalla creazione dell’Unità Sperimentazione Agraria e Agricoltura Sostenibile.

 

Questa Unità si occuperà di organizzare e gestire iniziative sperimentali in frutticoltura, viticoltura e piccoli frutti espressamente finalizzate alla riduzione dell’impatto ambientale ed al miglioramento della sostenibilità dell’attività agricola .

E’ inoltre prevista l’attivazione di un servizio di consulenza specialistica che, partendo da specifiche esperienze di sperimentazione e verifica sul territorio, possa fornire un valido supporto per i produttori biologici e biodinamici e per quanti praticano o sono interessati a modalità di produzione alternative per quanto attiene la gestione del terreno e la difesa delle colture.

A tal proposito sono programmate iniziative sperimentali e dimostrative sulla gestione del terreno (pratica del sovescio, arieggiamento ed altri interventi finalizzati al miglioramento della struttura), sulla protezione delle colture (verifica delle modalità d’applicazione delle sostanze ammesse dal disciplinare di produzione biologica), nonché sull’applicazione di pratiche agronomiche volte a sviluppare una minor suscettibilità delle colture nei confronti di fitofagi e agenti patogeni.

 

In occasione dell’avvio dell’attività si ritiene utile organizzare due incontri informativi per presentare sommariamente questa nuova Unità ma soprattutto per valutare quanti siano potenzialmente interessati a questo tipo di servizio e quali siano le problematiche più sentite.

 

Allo scopo sono pertanto programmati i seguenti incontri:

 

- a Trento presso la sala dell’Associazione Agriturismo Trentino in Via Jacopo Aconcio 13, martedì 24 marzo con inizio alle ore 19.30;

 

- in Val di Non a Denno presso la sala comunale martedì 17 marzo, con inizio alle ore 19.30.

 

Tutti coloro che siano interessati all’iniziativa sono invitati a partecipare anche portando proposte e indicazioni su argomenti da tenere in considerazione nella programmazione dell’attività della prossima stagione.

 

 

Via Jacopo Aconcio si trova nelle vicinanze di Piazza Centa.

E’ la strada che unisce Via Segantini e Via Vannetti.

Possibilità di parcheggio presso il vicino Autosilo di Via Petrarca.

 

venerdì 20 febbraio 2009

Se qualcuno fosse interessato al corso "Agricoltura Biodinamica" contatti il
numero 0461421214
Stefano

----------------------------------------------------------------------------
--

prodotti agricoli poco nutrienti

vi passo un file df dove è riportata la scannerizzazione di un articolo comparso su un giornale. L'articolo mette in evidenza come la frutticoltura e l'orticoltura tradizionale mettano in commercio prodotti di bassa qualità e nutrizionalità. Sappiamo gia tutto questo ma è bello anche vedere che la gente se ne accorge e viene informata, dando così credito alle coltivazioni biologiche e biodinamiche.
 
Luciano


Scopri le novità! Più veloce, più tua, più Hotmail.

martedì 10 febbraio 2009

omeopatia in agricoltura (isopatia)

Ciao Marco, sapendo che si sta organizzando un incontro con il signor Herbert Tratter, con tema tecnica omeopatica in agricoltura, voglio mandarti da pubblicare sul blog un collegamento (linck) per metterlo a disposizione di tutti quelli che sono interessati alla tecnica che spiegherà Herbert T. Nella pagina del sito che si aprirà c'è la descrizione della tecnica come studiata da Luca Speciani (MI), che laureato in agronomia più di 20 anni fa, ha fatto una tesi sul tema in oggetto.
Te lo mando per pubblicarlo così che tutti gli interessati possano "prepararsi" per l'incontro con Herbert, in modo da approfondire meglio l'argomento.
 
Distinti saluti: Luciano Parisi
 
 
http://www.vivaioclorofilla.it/html/omeopatiaperlepiante.htm


Scoprilo con Typectionary! Sei bravo con l'italiano?

lunedì 2 febbraio 2009

incontro

Venerdì prossimo 6 febbraio ci troviamo sempre in via Jacopo Aconcio presso la loro sede alle ore 20 per eventuali osservazioni.

Salutu Stefano

 

 

------------------------------------------------------------------------------

 Azienda Agricola Fratelli PISONI di Marco & Stefano

 società agricola semplice

 Via San Siro 7/b  fraz.PERGOLESE 

 38076 LASINO (TRENTO) ITALY

 Tel.:  +39 0461563216 Fax : +39 0461561528

 Cell. Marco+39 333 3065360 Stefano +39 339 2628358

 internet: www.pisoni.net  e-mail:info@pisoni.net

 ----------------------------------------------------------------------------------

 

mercoledì 28 gennaio 2009

incontro con atabio

Faccio riferimento all'incontro avuto il 24 u.s. presso la sede di Atabio a
Trento con il presidente Stefano Debiasi per verificare la disponibilità ad
usufruire di detta sede per i nostri incontri nonché per un'eventuale nostra
sede unitamente al gruppo biologico. Infatti il marchio ATABIO è stato
creato a suo tempo per unificare sia la produzione biologica che biodinamica
in Trentino.
Per cui la nostra presenza è già prevista presso la Provincia con la quale
sicuramente ci andremo a confrontare ottenendo,forse, un riscontro più
immediato alle nostre necessità e per non creare dei doppioni
controproducenti per tutti.
Desidero nel contempo ringraziare il Presidente Atabio Debiasi per la sua
gentile accoglienza e disponibilità ad accettare la nostra richiesta anche
perchè ciò rappresenterebbe un momento di crescita importante non solo per
noi ma anche per Atabio stessa. Il Presidente sin d'ora ci ha dato la sua
disponibilità per la sala e per il servizio di Segreteria garantendo inoltre
la presenza di un rappresentante del nostro gruppo all'interno del Consiglio
di Atabio. Essendo un gruppo unico ci viene chiesta l'associazione ad Atabio
medinate il pagamento della relativa tessera annuale.
Poiché a breve ci sarà una riunione del Consiglio di Atabio e questa nostra
domanda venga portata nell'ordine del giorno, chiedo una vostra sollecita
opinione riguardo quanto sopra in modo da poter procedere con il nostro
progetto.
Ringrazio tutti in anticipo.
Stefano Pisoni

P.S.: un particolare ringraziamento a tutti coloro che partecipano con
costanza

----------------------------------------------------------------------------
--
Azienda Agricola Fratelli PISONI di Marco & Stefano
società agricola semplice
Via San Siro 7/b fraz.PERGOLESE
38076 LASINO (TRENTO) ITALY
Tel.: +39 0461563216 Fax : +39 0461561528
Cell. Marco+39 333 3065360 Stefano +39 339 2628358
internet: www.pisoni.net e-mail:info@pisoni.net

----------------------------------------------------------------------------
------

sabato 17 gennaio 2009

incontro

Cari BioDinAmici, Roberto Denart ha organizzato un incontro con il
presidente di ATABIO presso la loro sede, venerdì 23 gennaio alle ore 20.00
a Trento in via Iacopo Acconcio 13.
Il motivo dell' incontro è logistico e non agricolo; vedremo quali
possibilità ci sono per poter trovare una sede fissa dove incontrarsi
periodicamente.
Cogliendo l'occasione saluti a tutti nessuno escluso Stefano

mercoledì 7 gennaio 2009

Cari BioDinAmici .. ecco un link interessante. Un sito dove troverete un calendario lunare astrologico. E' in inglese ma forse a qualcuno farà comunque comodo.
 

http://www.astrologie-info.com/mocal.cgi?language=eng&sidtrop=sid

lunedì 5 gennaio 2009

Silice per il 501

Ecco il risultato delle nostre fatiche nel "volt" dell'Italo.

Primo post

Ecco una foto a casa dell'Italo Somadossi mentre facciamo merenda dopo aver preparato il 501 (corno silice) e parliamo di biodinamica. Grazie Italo per l'ospitalità.